Caso di Maggio 2017

Questo mese vi illustreremo il caso di un paziente adulto, affetto da eccessivo sviluppo della mandibola.

In alcuni casi il nostro organismo riesce ad equilibrare questo squilibrio e ad evitare che i denti possano scavallare, in questo caso invece la crescita della mandibola era talmente importante che i denti inferiori non riuscivano a compensare con una inclinazione linguale lo squilibrio di dimensioni tra mandibola ed osso palatino, il risultato è il cosiddetto morso incrociato anteriore, cioè gli incisivi inferiori chiudono anteriormente rispetto agli incisivi superiori.

Questi pazienti purtroppo per risolvere il loro problema hanno a disposizione unicamente l’intervento di resezione bilaterale della mandibola in associazione ad una terapia ortodontica fissa che prepari le arcate dentali alla chirurgia e che finalizzi il caso con gli ultimi movimenti una volta effettuata la sessione chirurgica.

In questo caso abbiamo montato l’apparecchio fisso superiore per dare una forma al palato e per rendere l’arcata il più possibile dritta, una volta ottenuto il risultato desiderato abbiamo montato anche il sotto per dare agli incisivi inferiori la corretta inclinazione e per rendere l’arcata parallela a quella superiore.

In questa fase otteniamo un peggioramento del morso crociato in quanto la nuova inclinazione degli incisivi inferiori aumenta la distanza tra le arcate.

Una volta raggiunto il risultato ortodontico desiderato si passa alla fase chirurgica di resezione bilaterale della mandibola e successivo retro-posizionamento dell’arcata inferiore, se tutto è stato fatto correttamente le due arcate dovrebbero combaciare quasi perfettamente.

L’ultima fase della terapia è dedicata ai piccoli movimenti di intercuspidazione e finalizzazione del caso.

Come si può notare dalle foto il nostro paziente ha risolto brillantemente il suo problema in un tempo decisamente interessante, solitamente casi di questo genere necessitano di 30 mesi di terapia tra pre e post-chirurgia, noi invece lo abbiamo risolto in soli 20 mesi!!!

Un altro caso risolto con successo dal DOTTOR FANELLI.