Caso di Settembre 2018

Paziente adulta con grave compromissione ossea del primo premolare superiore dovuto ad un grave problema di digrignamento notturno e diurno che non siamo riusciti a risolvere con bite di scarico delle forze.

Negli anni la patologia si è aggravata talmente tanto da rendere necessaria l’estrazione dell’elemento in questione.

Il riassorbimento osseo era talmente avanzato che è stato necessario effettuare un intervento di rigenerazione del tessuto osseo limitrofo all’elemento dentale, fortunatamente la paziente manteneva un ponte di tessuto osseo coronale che mi ha permesso di non perdere assolutamente altezza verticale, condizione di fondamentale importanza per poter poi ottenere una riabilitazione verticale esteticamente appagabile.

Come si vede dalle immagini infatti il risultato estetico finale della gengiva risulta decisamente simile alla situazione pregressa.

In questi casi la componente estetica gengivale risulta di primaria importanza in quanto si tratta di una zona che viene esposta normalmente durante un sorriso o anche semplicemente parlando.

I tempi di realizzazione di questi lavori è obbligatoriamente piuttosto lungo, si parla di un periodo di tempo compreso tra gli otto e i dieci mesi, nel caso specifico abbiamo impiegato nove mesi durante i quali la paziente ha utilizzato un provvisorio mobile la cui valenza era esclusivamente estetica.

Un altro caso risolto con successo dal DOTTOR FANELLI.