Caso di Febbraio 2019

Paziente adulto con gravi infezioni periradicolari a carico di tutti i denti del gruppo anteriore superiore.

La gravità delle lesioni ci obbliga ad una terapia estrattiva estesa a tutti i denti interessati.

Le lesioni ossee conseguenti alle infezioni ci impongono di effettuare una terapia di rigenerazione ossea che sia prodromica all’inserimento delle viti implantari che in questo momento non sarebbe possibile inserire.

La prima fase della terapia sarà quindi di natura estrattiva/rigenerativa, a causa di questo problema siamo quindi obbligati ad aspettare sei mesi, durante i quali l’osso impiantato ha il tempo di integrarsi con quello naturale.

In questo periodo di tempo il paziente porta una protesi mobile che ha anche la funzione di modellarmi la gengiva per rendere maggiormente estetica la protesi finale.

Trascorsi i sei mesi necessari procediamo con il posizionamento di numero quattro impianti che avranno il compito di sostituire i sei denti del gruppo frontale superiore.

Posizioniamo una protesi provvisoria fissa che ha lo scopo di far riabituare il paziente ai denti fissi e di trovare una forma ed una estetica che poi riporteremo nel definitivo.

Dopo tre mesi necessari per l’osteointegrazione procediamo con il posizionamento del definitivo estetico.

Un altro caso risolto con successo dal DOTTOR FANELLI.