Caso di Maggio 2021

Paziente in crescita il cui problema principale è la gestione degli spazi necessari per far entrare in arcata i quattro canini definitivi.

Molti colleghi affrontano questi problemi ipotizzando una terapia estrattiva, nel mio caso sono un ortodontista estremamente conservativo, per cui molto raramente affronto la possibilità di estrarre denti definitivi.

In questo caso ho bandato prima l’arcata superiore con un filo espansivo ma senza coinvolgere i canini definitivi, almeno in un primo momento della terapia.

Successivamente ho agganciato gli elementi seminclusi direttamente sul filo ortodontico.

Questo mi ha permesso di tirarli giù in un tempo relativamente veloce e soprattutto di dar loro la possibilità di guadagnarsi il proprio spazio.

Terminata la terapia sull’arcata superiore si passa a quella inferiore.

Bisogna specificare che la sola terapia superiore mi modella anche l’arcata inferiore, per cui quando siamo pronti per montare il sotto, abbiamo già ottenuto una discreta espansione inferiore, tanto che ho la possibilità di agganciare subito i canini sull’apparecchio.

A questo punto la terapia è ben approcciata e tutte le caselle vanno al loro posto in maniera molto naturale, tanto che il caso è risolto nei tempi previsti e con un risultato pressoché perfetto.

Un altro caso risolto con successo dal dottor Fanelli!